Mercoledi, 05.12.2018

IL BENE PIÙ PREZIOSO È ANCHE IL PIÙ FRAGILE


Spesso le camere dei bambini sono i posti peggiori in termini di inquinamento dell'aria. Oltre a particelle tossiche provenienti da varie fonti all'interno della casa, i numerosi giocattoli ed elettrodomestici, presenti in molte camerette, possono essere anch'essi responsabili di emissioni potenzialmente pericolose. Un recente sondaggio danese ha rivelato che circa metà delle famiglie partecipanti aveva concentrazioni notturne di CO2 superiori a quelle consigliate, proprio nelle camere dei bambini, e che circa una stanza su quattro conteneva tre volte i livelli massimi di CO2 consigliati.

SINTOMI
L'inquinamento dell'aria e alti livelli di CO2 possono determinare problemi quali mal di testa, insonnia, affaticamento e difficoltà di concentrazione. La scarsa qualità dell'aria negli ambienti può rivelarsi particolarmente pericolosa per i bambini che, ancora nel pieno della crescita, respirano più velocemente degli adulti.

SOLUZIONI
Ecco alcuni semplici accorgimenti per ridurre i livelli di CO2 e migliorare la qualità dell'aria nelle stanze dei più piccoli.
1.
ARIEGGIA LA CASA TENENDO APERTE PIÙ FINESTRE
Il contenuto dell'aria negli ambienti interni include gas, particelle, materiale biologico di scarto e vapore acqueo: tutti potenzialmente pericolosi per la salute. Ti consigliamo di arieggiare la casa tre o quattro volte al giorno per almeno 10 minuti alla volta, tenendo aperte contemporaneamente più finestre. Inoltre, fai prendere aria alla tua stanza prima di andare a letto e quando ti alzi la mattina.
2.
ATTENZIONE ALLA PLASTICA
La plastica, se riscaldata, può rilasciare fumi tossici. Quindi assicurati che i loro giocattoli dei tuoi figli non stiano a lungo sotto la luce diretta del sole. Inoltre non lasciare oggetti di plastica per terra se hai un impianto di riscaldamento a pavimento. In base alle normative europee, dovresti eliminare tutti i giocattoli in plastica prodotti prima del 2007, poiché contengono alcune sostanze chimiche vietate. Se puoi fai giocare i tuoi figli in spazi diversi dalla loro cameretta. Ciò contribuirà a ridurre la quantità di inquinanti potenzialmente pericolosi presenti nell'aria.
3.
LIMITA LA FORMAZIONE DI UMIDITÀ
Il 65% degli europei asciuga il bucato in casa almeno una volta a settimana, un'abitudine che genera umidità e può portare alla formazione di pericolose muffe. Se puoi cerca di far asciugare il bucato altrove. Se non ti è possibile, cerca di aprire una finestra nella stanza dove hai steso i vestiti per eliminare parte dell'umidità. Allo stesso motivo, assicurati che il bagno sia sempre ben ventilato. Inoltre, gli acari della polvere adorano i letti, quindi cambia le lenzuola con regolarità. Valuta di sostituire materassi e cuscini, se non lo fai da tempo. Un comune materasso può ospitare da 100.000 a 10 milioni di acari e il 10% del peso di un cuscino utilizzato per due anni può essere costituito da acari morti e dai loro escrementi.


 




© 2018 Comsider S.a.s. - P.Iva 01960540597 - Privacy Policy - Creazione siti by WebDimension